Fimaa: “Bene stop aumento delle imposte ipocatastali sui trasferimenti immobiliari tra privati”

Roma 31 ottobre 2019 - Dopo il vertice di maggioranza di ieri, scrive la stampa specializzata, non triplicherà da 50 a 150 euro l’importo delle imposte ipocatastali per i trasferimenti di immobili (tra privati) soggetti a imposta di registro, che era stato enunciato nel Documento programmatico di bilancio.

Dopo aver lasciato la cedolare secca sulle locazioni a canone concordato al 10%, anche questa retromarcia in extremis del Governo non potrebbe che farci piacere. – Commenta Santino Taverna, presidente nazionale Fimaa, Federazione italiana mediatori agenti d’affari aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia. - Il settore immobiliare è già gravato da un eccessivo carico fiscale, che va semmai ridotto e riordinato per consentire al comparto di ritornare ad essere locomotiva per la crescita economica del Paese”.

---